logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Unione Montana Feltrina

Provincia di Belluno


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Febbraio  2017 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28          
             

News

FCC

Presentato il piano di investimenti da 40 milioni per il Feltrino


Nel piano rientrano le provinciali Col Perer e Cadorna e le regionali Feltrina e Grappa Passo Rolle

Entro il 2018 le prime opere finanziate con i fondi dei comuni di confine e con la quota di cofinanziamento di altri enti, primo fra tutti la Regione, saranno riconsegnate ai committenti fatte e finite. In palio ci sono quaranta milioni di euro, al netto della compartecipazione, destinati ai comuni confinanti e contermini, di prima e seconda fascia, per i sei anni che vanno dal 2013 al 2018. Una volta che l'organismo Odi avrà dato il via libera alle schede dei progetti, sono previsti sei mesi per la progettazione preliminare e poi un periodo variabile, che dipende dalla complessità delle singole opere, per passare alla progettazione definitiva e infine esecutiva. E ieri, in Unione montana feltrina, alla presenza dei sindaci di Feltre, Cesio e Sovramonte, si è illustrata la distribuzione dei fondi ripartiti sulle sei aree di intervento. Ogni area di intervento ha un capofila e un soggetto attuatore.

La partita più consistente, hanno detto Paolo Perenzin, Michele Balen e Federico Dalla Torre, è quella relativa alla viabilità, con ente capofila Quero-Vas. Sono stanziati 27 milioni di euro, cui si aggiungono quasi 19 milioni di cofinanziamento regionale, per sistemare le due strade provinciali di Col Perer e Cadorna e le due regionali Feltrina in collegamento con il trevigiano e Passo Rolle in collegamento con Primiero. «L'intervento sulla viabilità è corposissimo ma legato alla Regione che è ente attuatore», ha spiegato Federico Dalla Torre, già presidente di Umf e in probabile odore di riconferma. «Con i sindaci ci siamo accordati per la quota di un terzo imputabile agli enti e due terzi alla Regione».

La seconda partita importantissima, in ordine alla somma stanziata e alla valenza comprensoriale, è quella legata agli ospedali di Feltre e Lamon (ente capofila Lamon). La compartecipazione finanziaria regionale dovrebbe tradursi in quattro milioni distribuiti fra i due ospedali. Con quattro milioni di euro la piastra chirurgica sarà dotata di tutto quello che serve, mentre sei milioni sono destinati al completamento dell'opera di ristrutturazione dell'ospedale di Lamon che aumenterà la capienza di posti letto dagli attuali 48 ai 72 definitivi. «I comuni proponenti mettono un terzo delle risorse finanziarie e non di più», ha detto Dalla Torre. «Riteniamo fondamentale che la Regione faccia la sua parte per gli ospedali del territorio, entrambi con valenza interprovinciale. Il fondo stanziato dai proponenti deve essere solo uno sprone, non sostituirsi alla contribuzione dell'ente attuatore».

Il progetto di riorganizzazione funzionale dell'ospedale di Lamon, che riguarda l'antisismica e sarà finanziato dall'Usl e quello per la ristrutturazione sono già stati trasmessi in Regione, sezione Edilizia ospedaliera e a finalità collettive. La giunta di palazzo Balbi ha già erogato un milione di euro, stanziato nel 2014 dal riparto del fondo sanitario per Lamon che aveva già ottenuto il parere favorevole della commissione per l'investimento in tecnologia e edilizia (Crite) tre anni fa. L'intervento complessivo sfiora i quattro milioni.

Fra gli altri interventi che chiamano in causa enti pubblici e privati con le rispettive quote di compartecipazione, ci sono il progetto del cicloturismo e promozione del territorio (undici milioni di euro), quello dell'ospitalità diffusa (due milioni 170 mila euro), cultura fra Forte Leone e recupero di fortezze a castelli (quasi sei milioni di euro), impianti sportivi, piscine e palaghiaccio per quasi nove milioni di euro.

Fonte: Corriere delle Alpi del 9 giugno 2016 (link all'articolo originale)

 

NOTE INFORMATIVE SUI FONDI DEI COMUNI DI CONFINE

SOMME A DISPOSIZIONE

 

Totale FCC per progetti di area vasta (Veneto e Lombardia)

Circa 333,5 mln di Euro

Totale FCC per il territorio provinciale di Belluno

Circa 161 mln di Euro

Ripartizione FCC per vallate:
- Agordino;
- Cadore – Comelico -Ampezzo;
- Feltrino


- Circa 40 mln di Euro
- Circa 40 mln di Euro
- Circa 40 mln di Euro.

Risorsa gestita dall'Ente Provincia di Belluno

- 30 mln di Euro

Risorsa di compensazione

- Circa 11 mln di Euro

TEMI

 

  • Viabilità;
  • Cicloturismo e promozione del territorio;
  • Ospitalità diffusa;
  • Cultura;
  • Prodotti tipici agricoltura;
  • Sanità;
  • Impianti sportivi comprensoriali;
  • Qualità dell'aria;
  • Residenzialità.

Ad ogni tema corrisponde 1 scheda comprendente 1 o più progetti afferenti al medesimo argomento.

 

SOGGETTI

PROPONENTI: Tutti i Comuni Confinanti e Contermini (I e II Fascia)

  • I Fascia: Arsiè, Cesiomaggiore, Feltre, Lamon, Sovramonte;
  • II Fascia: Fonzaso, Lentiai, Pedavena, Quero-Vas, San Gregorio, S. Giustina, Seren.

È individuato un capofila dei proponenti per ciascuna scheda (tema).

 

ATTUATORI

Per ciascuna scheda i Comuni proponenti hanno individuato un Soggetto Attuatore interno (Comune) o esterno (Soggetto di diritto pubblico quale UMF, Regione ecc.)

SCHEDE

Capofila proponenti

Soggetto Attuatore

Viabilità

Quero-Vas

Regione Veneto

Cicloturismo e promozione del territorio

Feltre

UMF

Ospitalità diffusa

Seren del Grappa

UMF

Cultura

Arsiè

UMF

Prodotti tipici agricoltura

Cesiomaggiore

Cesiomaggiore

Sanità

Lamon

Regione Veneto

Impianti sportivi comprensoriali

S. Giustina

Pedavena

Qualità dell'aria

Feltre

Feltre

Residenzialità

Sovramonte

Sovramonte

 

Dettagli per schede

Viabilità
Sistemazione SP 38 del Col Perer (Arsiè); Sistemazione SR 348 Feltrina; Sistemazione SP 148
Cadorna (Monte Grappa); Sistemazione SR 50 del Grappa e del Passo Rolle (Collegamento con il
Primiero).
(27 milioni di cui 8.010.000 a carico del FCC)


Cicloturismo e promozione
Tratto della Ciclabile del Feltrino nel territorio comunale (Connessione con la Valsugana); Strutture ed infrastrutture relative alla Ciclabile del Feltrino (Cesiomaggiore); Completamento della pista
ciclabile Feltre – Pedavena (Feltre); Tratto della Ciclabile del Feltrino nel territorio comunale ed Anello del Miesna (Feltre); Tratto della Ciclabile del Feltrino nel territorio comunale (Fonzaso);
Tratto della Ciclabile del Feltrino nel territorio comunale e potenziamento Via Claudia Augusta (Lamon); Tratto della Ciclabile del Feltrino nel territorio comunale (Lentiai); Tratto della Ciclabile del
Feltrino nel territorio comunale (Pedavena); Tratto della Ciclabile del Feltrino nel territorio comunale (Quero-Vas); Connessione della Ciclabile del Feltrino con San Gregorio N.A. (S.
Gregorio); Tratto della Ciclabile del Feltrino nel territorio comunale (S. Giustina); Tratto della Ciclabile del Feltrino nel territorio comunale (Sovramonte).
(11.493.000 di cui 7.993.000 a carico del FCC)


Ospitalità Diffusa
Valorizzazione zone di pregio nel territorio comunale (Feltre), Azioni di sviluppo turistico (Lentiai),
Intervento presso la Cartiera di Vas (Quero-Vas), Riqualificazione Rifugio Casere Ere (S. Gregorio); Conversione Ex Scuole di Porcen in struttura ricettiva (Seren); Potenziamento albergo
diffuso di Faller (Sovramonte).
(2.170.000 di cui 1.980.000 a carico del FCC)


Cultura
Recupero del Forte Leone come area museale (Arsiè); Recupero del complesso storico di
Cossalter (Cesiomaggiore); Adeguamento e potenziamento del Museo Civico e dell'Area
Archeologica (Feltre); Recupero del Castel Lusa e Villa Lusa (Feltre); Realizzazione del Museo
Civico (Lamon); Recupero dell'antica Contea di Cesana (Lentiai); Lavori di valorizzazione
archeologica (S. Giustina); Restauro chiese medioevali e cicli pittorici (Sovramonte).
(5.785.000 di cui 5.710.000 a carico del FCC)

 

Prodotti Tipici Agricoltura
Nuovo complesso per la lavorazione dei prodotti tipici locali (Cesiomaggiore); Sistemazione "Punto
Verde" (Fonzaso).
(1.450.000 di cui 5.710.000 a carico del FCC)


Sanità
Acquisto attrezzature e macchinari per il potenziamento dell'Ospedale di Feltre; Adeguamento e
potenziamento dell'Ospedale di Lamon.
Impianti sportivi comprensoriali
Ammodernamento e potenziamento Palaghiaccio (Feltre); Ammodernamento e potenziamento
Piscine (Pedavena e S. Giustina); Potenziamento palestra di roccia Val di Schievenin (Quero-Vas);
Adeguamento Comprensorio sciistico Monte Avena.
(10.000.000 di cui 6.000.000 a carico del FCC)


Qualità dell'aria
Interventi per il miglioramento della qualità dell'aria (Feltre).
(200.000 a carico del FCC)


Residenzialità
Azioni di sostegno alla residenzialità nelle zone montane svantaggiate (Sovramonte).
(2.500.000 di cui 1.000.000 a carico del FCC)

Per un totale di 69.398.000 di cui 40.063.000 a carico del FCC.

Allegati Notizia

Data ultimo aggiornamento: 10/06/2016
Viale C.Rizzarda, 21
P.Iva IT 00855160255
P.E.C. cmfeltrina.bl@cert.ip-veneto.net