logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Unione Montana Feltrina

Provincia di Belluno


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Luglio  2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          

Piano Intercomunale di Protezione Civile della Comunità Montana Feltrina

COMUNITA’ MONTANA FELTRINA

Alano – Arsié – Cesiomaggiore – Feltre – Fonzaso – Lamon – Pedavena – Quero-Vas

San Gregorio nelle Alpi –Santa Giustina – Seren del Grappa - Sovramonte

 

Questo documento rappresenta la sesta versione del piano intercomunale di protezione civile dei comuni della Comunità Montana Feltrina.

La prima stesura fu realizzata nel 1996 ed era sostanzialmente costituita da un data base che, seguendo il metodo Mercurio, archiviava i dati e le risorse presenti nei comuni della comunità.

La seconda versione, realizzata nel 2001, prevedeva l’applicazione del piano su sistema cartografico digitale Gis e implementava una accurata analisi del rischio incendi boschivi.

La terza versione è stata realizzata nel 2006 e a seguito dei risultati della Commissione consultiva della Provincia di Belluno, tenutasi in data 04.07.2008, con Deliberazione n. 337 del 04.12.2007 la Provincia di Belluno ha accertato la rispondenza del piano di protezione civile presentato dalla Comunità Montana Feltrina e relativo a tutti i Comuni ad essa appartenenti, agli indirizzi e direttive regionali ai sensi dell’Art. 107 lett. B) della Legge Regionale 11 aprile 2001 n. 11.

La quarta versione è stata ultimata nel mese di giugno 2008 e con comunicazione del 12.01.2009 prot. 1328/2009 la Provincia di Belluno ai sensi dell’art. 107, comma 1, lett. B della Legge Regionale n. 11 del 13/02/2001, ha validato in modo definitivo il Piano di Protezione Civile della Comunità Montana Feltrina

In tale versione è stata realizzata una maggiore integrazione fra la parte cartografica e i data base (Darvin: associazioni di volontariato, GeriPC: risorse delle amministrazioni comunali, ecc..), si è eseguita un’analisi dettagliata del rischio sismico e implementato il metodo Augustus per la creazione delle strutture comunali di protezione civile.

Il piano è stato realizzato in formato digitale e installato presso tutti i comuni per rendere agibili gli aggiornamenti e la consultazione.

La stesura della quinta versione ha visto come obbiettivo principale, oltre al normale aggiornamento di tutti i dati contenuti nel piano, il recepimento delle indicazioni contenute nella Dgr. 1575/2008 in merito all'archiviazione informatizzata dei dati. Si è inoltre migrato dal sistema gis ArcMap a GeoMedia. Si evidenzia inoltre come si sia adottato per la determinazione dei rischi il sistema matrice di rischio che elimina la discrezionalità dello stensore dalla valutazione del rischio.

L'attuale versione, la sesta, ha visto un'integrazione dei dati con le Nuove Linee Guida per la standardizzazione e lo scambio informatico dei dati in materia di protezione civile del 2011.

Tale revisione ha portato ad inserire nuovi elementi geografici ed a inserire il dato ISTAT nelle tabelle dei singoli SHP; inoltre, il piano, è stato integrato con il modulo Rubrica, previsto dalla Release 2011 delle Linee Guida.

 

PARTE GENERALE (5,22MB)

  • Quadro normativo e territoriale
  • Aree di emergenza
  • Scenari di rischio

MODELLI DI INTERVENTO (234KB)

ALLEGATI

 

 

 

Viale C.Rizzarda, 21
P.Iva IT 00855160255
P.E.C. cmfeltrina.bl@cert.ip-veneto.net